LA PALESTRA

Lo spazio non è mai abbastanza, ma pensiamo che con 1.150 mq di pareti verticali per arrampicata con corda fino a 17 metri di altezza e boulder, troverai di che sfamare la tua sete di divertimento e performance.

90 percorsi di arrampicata lead, 70 percorsi boulder

Zona allenamento a secco con moonboard illuminato inclinabile, japan wall, pan gullich, system wall, travi e pesistica.

Parete per arrampicata Speed con 2 percorsi paralleli omologati IFSC, con sistema toppas di recupero assistito; parete didattica per corsi e manovre di corda.

La qualità delle strutture – dagli stessi realizzatori delle pareti della recente Tokyo 2020 – sarà tanto banco di prova per professionisti e agonisti quanto un autentico parco giochi verticale per amatori, appassionati e neofiti di ogni età.

Non solo: un punto bar con distesa, 500 mq di verde per la socialità e l’aggregazione, servizi igienici e spogliatoi di altissimo livello.

Particolare attenzione è stata dedicata alla qualità dell’aria e salubrità degli ambienti – tallone d’achille del mondo dell’arrampicata indoor – con l’implementazione di un sistema di filtrazione e purificazione dell’aria da un lato, e climatizzazione costante dall’altro, per rendere confortevole la frequentazione della palestra tutto l’anno, caratteristica unica nel panorama delle palestre d’arrampicata italiane.

PUOI SCALARE 12 MESI L’ANNO

Just Green!
Abbiamo scelto di andare alla ricerca costante di un’impronta totalmente green e rispettosa dell’ambiente. Questo ci costa molto di più in termini economici di quello che potremmo fare, ma su questo tema non ammettiamo scorciatoie. Come lo abbiamo fatto?

 

  • impianto fotovoltaico che punti all’autonomia energetica della palestra in termini di consumi
  • impianto solare termico per creazione dell’acqua calda per docce e sanitari
  • erogazione dell’acqua temporizzata negli spogliatoi: basta sprechi
  • dispenser di acqua potabile e borracce da ricaricare: basta plastica monouso
  • lampade a led a bassissimo consumo energetico
  • riduzione drastica della carta: dematerializzazione digitale
  • recupero e nuova piantumazione del verde per compensazione CO2 (e perché amiamo le piante!): obiettivo carbon neutral!